Achei, bella affermazione sui Cardinals

ACHEI 54 CARDINALS 32

Gli Achei portano a casa una bella vittoria trascinati da un attacco spumeggiante che è riuscito con giocate spettacolari a mettere a segno ben 54 punti.
Vanno per primi a segno i Crotonesi con Antony Brugnano, che su corsa segna e trasforma, reagiscono i Cardinals e pareggiano ma da questo punto in avanti c’è solo un protagonista in campo ed è l’attacco degli Achei.
Attacco che inizia a macinare yards con un gioco pass oriented che porterà i Crotonesi a raggiungere il maggior vantaggio alla fine del terzo quarto sul 46 a 8.

achcards2
Tutto ciò malgrado la perdita nelle prime battute dell’incontro, per il riacutizzarsi di un vecchio infortunio, del quarterback Herman Falbo colonna dell’attacco Crotonese. Il suo sostituto però è sorprendente: il 17 enne Andrea Lumastro, al suo primo anno nel tackle dopo la militanza nella flag, gestisce con sicurezza e lucidità il proprio attacco, smista palla, lancia e chiuderà l’incontro con ben 4 TD pass.
Il protagonista delle segnature crotonesi è stato senz’altro Salvatore Persico che chiuderà l’ennesima bella prestazione con un poker di 4 TD su lancio ma sia Antony Brugnano che Domenico Riganello hanno sempre dimostrato di saper portare a casa quelle yards su corsa che servono all’equilibrio della strategia di gioco.
In difesa il sempre presente Fofò De Gennaro ha questa volta portato anche un contributo in termini di yards con una strip da 42 yards ai danni del rb Palermitano.
Una volta messo al sicuro il punteggio coach Bishop concede largo spazio a tutto il roster Crotonese e i Cardinals sono bravi a concretizzare tutte le occasioni che si presentano riuscendo a ridurre nell’ultimo quarto lo svantaggio per il 54 a 32 finale.

achcards3
Ma non è tutto oro quel che luccica nella prestazione dei Crotonesi, va bene che per vincere basta fare una segnatura più degli avversari ma per ben figurare nei prossimi play off è necessario che anche la difesa registri meglio i propri meccanismi.
La difesa Achea è stata sinora brava ad evitare i big game degli avversari ma l’emorragia continua di yards porta inevitabilmente a dover difendere la propria end zone e a pagarne il prezzo.
Senz’altro su questo reparto dovrà concretizzarsi il lavoro nei prossimi giorni per la verifica a Palermo con i Campioni d’Italia Sharks prima dell’inizio dei play-off.

Ufficio Stampa Achei Crotone

Foto Ivano Bruno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *